Icona moodle

 



Articoli

DI SEGUITO È VISUALIZZABILE e/o SCARICABILE IL PTOF PER L'A.S. 2018 - 2019


 

pdf1

 

P.T.O.F. (Piano Triennale dell'Offerta Formativa)

 


 

SPAZIO AI TALENTI
IL NUOVO PTOF TRIENNALE 2019-2022 DELL’IC DI MUSSOLENTE

 


AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA a.s. 2018-2019 - PROGETTI

Durante il corrente anno scolastico, l’Istituto Comprensivo di Mussolente presenta un ampliamento dell’Offerta Formativa che funge da “ponte” per il nuovo Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019-2022.
Alcuni progetti sono stati riuniti in quattro aree specifiche, coordinate dalle rispettive Figure Strumentali. Altri, per le loro caratteristiche e peculiarità, sono da considerarsi trasversali a più aree.
In particolare, a partire dal corrente anno scolastico, l’intero Istituto Comprensivo aderisce all’idea del Movimento delle Avanguardie Educative per l’Apprendimento Differenziato (http://innovazione.indire.it/avanguardieeducative/apprendimento-differenziato). Si tratta di pensare e progettare l’ambiente formativo per svolgere contemporaneamente attività diverse con l’obiettivo di promuovere un processo di apprendimento basato su esperienza, interdisciplinarità e ricerca. L’insegnante accoglie le differenze, promuove le potenzialità, riconosce i talenti, personalizza la proposta formativa e valorizza il lavoro della comunità, rendendo ogni alunno protagonista del proprio curricolo. Gli obbiettivi da raggiungere sono:

  • sviluppare e rafforzare l’apprendimento autonomo, i talenti individuali, il valore del vivere e dell’apprendere in gruppo;
  • fare della scuola un luogo di elaborazione culturale ma anche di partecipazione civica e sociale, di cittadinanza attiva;
  • sviluppare una metodologia didattica attiva che superi il concetto di lezione frontale, mettendo gli studenti al centro dei processi di apprendimento;
  • favorire l’integrarsi di differenti modi di apprendere e studiare (alcuni dei quali vicini a modelli e comportamenti dei giovani d’oggi);
  • ottimizzare l’utilizzo delle risorse (infrastrutturali, umane, finanziarie) interne ed esterne alla scuola.

Si riportano, in sintesi, i progetti attivati:

AREE

PROGETTI

RESPONSABILI DI PROGETTO e breve descrizione degli obiettivi da conseguire

AREA DIDATTICA E VALUTAZIONE

FS: prof.ssa Fulvia Brunello

·         NID&M e Formazione

·         Prof.ssa Fulvia Brunello

Il progetto si propone di: valorizzare, coordinare e sostenere l’attività dei gruppi di autoformazione e progettazione del NID&M.

Nello specifico, il progetto, in collaborazione con le figure dello STAFF e dei docenti dell’Istituto, è finalizzato a:

-seguire l’attuazione del curricolo per competenze

-favorire la diffusione all’interno dell’istituto delle buone pratiche a livello di scelte metodologiche e di strategie didattiche nell’ottica dell’inclusione e della metacognizione

-analizzare i risultati delle prove comuni dell’Istituto e della restituzione dei dati ad opera dell’INVALSI e delle implicazioni sul piano delle scelte didattiche da questi derivanti nell’ottica del miglioramento degli apprendimenti

-monitorare l’applicazione nel nostro Istituto del D.L. n. 62/2017

-contribuire alla predisposizione del PTOF 2019- 2021

-contribuire alla revisione, al completamento e alla pubblicizzazione dei documenti dell’istituto per garantirne la chiarezza, la coerenza, la completezza, la semplificazione

-monitorare la realizzazione del PdM di Istituto

·         Studenti Alto Potenziale

·         Prof.ssa Fulvia Brunello

1- ALUNNI

Valorizzazione degli alunni brillanti e ad alto potenziale.

2- DOCENTI

-Aggiornamento dell’anagrafe degli alunni gifted e con buon potenziale cognitivo nelle classi dell’istituto

-Diffusione di progetti che puntino all’attuazione di una didattica differenziata e

inclusiva per tutti gli alunni, compresi gli studenti ad alto potenziale

-Identificazione di strategie di insegnamento e stili di apprendimento per coinvolgere l’alunno gifted durante le attività della classe anche attraverso la diffusione di modelli di flessibilità e differenziazione nella conduzione delle attività in classe e a classi aperte, attraverso l’attività del NID&M e di uno specifico corso di aggiornamento.

-Condivisione dei dati raccolti con il collegio dei docenti dell’istituto.

 

 

 

 

Educazione Ambientale

·         Prof.ssa Domenica Baggio

-Organizzazione del laboratorio di scienze

-Supportare l’attività scientifica nelle classi attingendo anche dalle proposte presentate in precedenza.

Progetto Lettura

·         Ins. Daniela Bassetto

-Avvicinare i ragazzi al libro

- Promuovere il piacere della lettura

-Conoscere autori e illustratori e le loro opere

- Valorizzare i “GRANDI LETTORI”

- Potenziare l’offerta dei sussidi nei tre plessi

- Promuovere la conoscenza di testi teatrali. la loro rappresentazione e visita a teatri

-Promuovere la visita a mostre di illustrazioni di libri (Sarmede)

“Improve Your English-“progetto Lingue

·         Prof.ssa Silvia Sparisi

Alunni Scuola primaria e secondaria:

1.TEATRO IN LINGUA INGLESE: incrementare la conoscenza linguistica e la pratica orale e d’ascolto anche attraverso l’intrattenimento, il coinvolgimento emotivo e l’incontro con attori madrelingua inglese (spettacolo teatrale in lingua inglese con workshop finale) (spesa a carico delle famiglie).

 

2. Alunni Scuola secondaria:

Attivazione di un CORSO DI LINGUA INGLESE, con insegnante di inglese certificato, in

preparazione alla CERTIFICAZIONE KET for schools (Esami Cambridge) - livello A2 QCER-

quadro comune europeo di riferimento - esame finale facoltativo: nell’ambito dell’obiettivo prioritario di potenziare e valorizzare le competenze linguistiche in inglese, di approfondire la conoscenza della lingua sviluppando le abilità di comprensione orale, scritta e la produzione orale e scritta. Le abilità acquisite dagli alunni potranno essere spese in funzione delle prove invalsi e

dell’esame finale di stato.

 

MUSICATTIVA (scuola primaria)

·         Ins. Brian Lorena e Citton Germana

-Promuovere il valore formativo della musica dal punto di vista creativo, affettivo, relazionale e di educazione alla cittadinanza.

-Acquisire competenze trasversali di attenzione, autocontrollo, espressione e comunicazione.

Campionati Giochi Matematici

·         Prof. Sergio Caravenghi e ins. Maria Rosaria Fucci

-far partecipare un numero maggiore di alunni

-proporre un’esperienza diversa dal contenuto scolastico

-stimolare l’interesse per la matematica presentandola in forma diversa, ludica e divertente, svincolata dai programmi e dai giudizi

-valorizzare le attitudini degli studenti che già prediligono questa materia

 

 

 

 

 

 

AREA INCLUSIONE

FS: prof.ssa Daniela Valente

TASK FORCE INCLUSIONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALUNNI CON DISABILITA’ L.104/92-

 

·         Prof.ssa Daniela Valente e ins. Michela Zermian

Finalità del progetto alunni con DISABILITA’

- Favorire l’inclusione degli alunni con disabilità

-Promuovere la realizzazione di uno sfondo-inclusivo

-Condividere informazioni e conoscenze sull’uso di metodi, strumenti compensativi e buone prassi didattiche nei confronti di alunni con disabilità;

 

Obiettivi specifici

- Favorire esperienze pratiche di TUTORING

-Avvicinare i bambini e i ragazzi alla disabilità attraverso l’esperienza diretta o raccontata;

-Intraprendere un percorso di accoglienza con “l’altro” nella sua e nostra speciale normalità;

-Offrire ai ragazzi gli “spunti” per poter interagire ed essere capaci di relazionarsi con soggetti con disabilità,

in modo inizialmente mediato e poi spontaneo;

-Favorire attività pratiche e creativo-manipolative con soggetti con disabilità per favorire l’autonomia;

-Dare l’opportunità ai ragazzi di scoprire le potenzialità offerte dalla relazione con gli alunni con disabilità

-Favorire la realizzazione del PEI

-Condividere con la famiglia la programmazione educativa individualizzata;

-Sviluppare competenze compensative e sostitutive degli alunni con disabilità;

-Applicare strumenti e metodologie individualizzate;

-Adattare l’intervento didattico mettendo in atto le strategie individualizzate concordate nel PEI;

-Predisporre il PEI con le indicazioni delle metodologie, strumenti, verifiche, criteri di valutazione obiettivi individualizzati o minimi per ogni singola disciplina.

Disagio Socio-Affettivo-supporto dello psicologo esterno individuato tramite bando.

Per l’a.s. 2018-2019 dott.ssa Bordin Claudia

 

·         Prof.ssa Daniela Valente e ins. Michela Zermian

-Prevenire il disagio minorile;

-Fornire un sostegno al processo di formazione dell’identità;

-Individuare precocemente situazioni problematiche

                      Obiettivi specifici

Con i genitori

- Attivare sportello genitori per accogliere e ascoltare le difficoltà incontrate durante il percorso educativo dei propri figli;

-Facilitare la comunicazione tra genitori e figli;

-Promuovere e sviluppare il rapporto di collaborazione tra la scuola e la famiglia;

-Fornire competenze relazionali nell'ambito della comunicazione con i figli/ alunni;

-Individuare e utilizzare le risorse disponibili nella scuola e sul territorio per il benessere dei

bambini/adolescenti;

-Monitorare le principali problematiche emerse

Con gli insegnanti:

-Facilitare le comunicazioni tra insegnanti e le diverse agenzie educative presenti nel territorio.

Disturbi psico-affettivo e svantaggio socioculturale

·         Prof.ssa Lucia Zilio: referente degli alunni con disagio psico-affettivo, svantaggio socioculturale Scuola Secondaria di Primo Grado;

·         Prof. Fontana Paolo: referente alunni stranieri L2 scuola secondaria di primo grado;

·         Ins. Brian Lorena: referenti alunni con disagio socioaffettivo, svantaggio socioculturale e alunni stranieri (L2) scuola primaria di Casoni;

·         Ins. Alessandra Biancato: referenti alunni con disagio socioaffettivo, svantaggio socioculturale e alunni stranieri (L2) scuola primaria di Mussolente

Finalità

-Prevenire il disagio minorile;

-Fornire un sostegno al processo di formazione dell’identità;

-Individuare precocemente situazioni problematiche;

-Protocollo accoglienza alunni stranieri (L2).

Obiettivi specifici

Con gli alunni

-Alfabetizzazione emotiva: saper riconoscere le emozioni e i sentimenti;

-Promuovere l’ascolto e la collaborazione;

-Promuovere la fiducia in sé stessi e l’autostima;

- Migliorare il clima educativo e relazionale all’interno del gruppo classe e della scuola;

-Potenziare le abilità sociali dei ragazzi

-Promuovere il benessere relazionale e sociale

Con i genitori

-Attivare sportello genitori per accogliere e ascoltare le difficoltà incontrate durante il percorso educativo dei propri figli;

-Facilitare la comunicazione tra genitori e figli;

-Promuovere e sviluppare il rapporto di collaborazione tra la scuola e la famiglia;

-Fornire competenze relazionali nell'ambito della comunicazione con i figli/ alunni;

- Individuare e utilizzare le risorse disponibili nella scuola e sul territorio per il benessere dei

bambini/adolescenti;

-Monitorare le principali problematiche emerse

Con gli insegnanti

-Facilitare le comunicazioni tra insegnanti e le diverse agenzie educative presenti nel territorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disturbi Specifici dell’Apprendimento e alunni con Bisogni Educativi Speciali

·         Michela Zermian referente alunni con D.S.A/B.E.S. Scuola Primaria Casoni/Mussolente;

·          Alessia Campana: responsabile progetto screening classi Prime, Seconde e Terze della scuola Primaria di Mussolente e Casoni;

·         Daniela Valente: funzione strumentale-referente alunni con D.S.A/B.E.S. Scuola

Secondaria di Primo Grado di Mussolente

Finalità

-Promuovere ed attuare buone prassi riguardo gli alunni con DSA, come richiesto dalla normativa ministeriale sia nazionale che locale;

-Perseguire il miglioramento dell’offerta formativa, della qualità dell'azione educativa e didattica e della professionalità negli interventi mirati, con una sempre maggiore attenzione alle specifiche difficoltà degli alunni e ai diversi stili di funzionamento;

-Condividere informazioni e conoscenze sull’uso di metodi, strumenti compensativi e buone prassi didattiche nei confronti di alunni con DSA;

-Potenziare le risorse tecnologiche e strategiche a favore degli alunni con difficoltà di apprendimento;

-Promuovere la valorizzazione e lo sviluppo delle risorse umane, attraverso la formazione didattica e tecnologica (formazione in presenza, autoaggiornamento)

-Sviluppare la comunicazione interna all’istituto e con l’utenza (partecipazione agli incontri di restituzione, contatti con gli specialisti...)

Obiettivi specifici

- Condividere con la famiglia il percorso didattico personalizzato;

-Sviluppare competenze compensative degli alunni con DSA;

- Applicare gli strumenti compensativi e dispensativi;

-Adattare l’intervento didattico mettendo in atto gli strumenti compensativi e dispensativi concordati nel PDP;

-Predisporre il PDP con le indicazioni delle metodologie, strumenti, verifiche, criteri di valutazione per ogni singola disciplina;

-Garantire il passaggio delle informazioni sia in uscita che in entrata da un ordine di scuola all’altro al fine di mantenere la continuità didattico-strategica.

Individuazione precoce di alunni con BES- consulenza e supporto dello specialista-Psicologa per i Disturbi Specifici di Apprendimento individuata tramite bando esterno

Per a.s. dott.ssa Elisa Dalla Palma

·         Prof.ssa Daniela Valente e ins. Michela Zermian

Finalità

-Prevenire il disagio minorile;

- Fornire un sostegno al processo di formazione dell’identità;

- Individuare precocemente situazioni problematiche

- Individuazione precoce di difficoltà nell’ambito dell’apprendimento;

- Individuare strategie specifiche di intervento

- Supportare attraverso indicazioni metodologiche i docenti, genitori e alunni

Obiettivi specifici

                   Con i genitori

-Attivare sportello genitori per accogliere e ascoltare le difficoltà incontrate durante il percorso

educativo dei propri figli;

- Facilitare la comunicazione tra genitori e figli;

-Promuovere e sviluppare il rapporto di collaborazione tra la scuola e la famiglia;

-Fornire competenze relazionali nell'ambito della comunicazione con i figli/ alunni;

-Individuare e utilizzare le risorse disponibili nella scuola e sul territorio per il benessere dei

bambini/adolescenti;

-Monitorare le principali problematiche emerse

              Con gli insegnanti:

-Facilitare le comunicazioni tra insegnanti e le diverse agenzie educative presenti nel territorio

AREA GESTIONE PON e CITTADINANZA ATTIVA

FS: prof. Leonardo Campesato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Educazione all’affettività

·         Prof.ssa Domenica Baggio e prof. Sergio Caravenghi

Obiettivi:

-Conoscere l’Anatomia e la fisiologia dell’apparato riproduttivo maschile e femminile.

-Riflettere sul valore e sulla risorsa umana e relazionale della sessualità.

-Riconoscere ed esprimere in modo costruttivo le proprie emozioni e i propri sentimenti, anche quelli negativi.

-Incrementare il vocabolario emotivo ed affettivo

-Promuovere il valore del pudore

-Imparare a dire SI/no a “ciò che fa stare bene” o a “ciò che fa stare male”.

- Favorire la formulazione di domande, l’espressione di dubbi, curiosità ed incertezze rispetto a tematiche affettive-relazionali.

CITTADINANZA ATTIVA:

Ed. Stradale

Ed. alla sicurezza

Sentieri Natura

Social day

Educazione alla gestione delle risorse

·         Prof. Leonardo Campesato

 Obiettivi generali:

- Conoscere il concetto di responsabilità e legalità e promuoverle.

-Saper discriminare le situazioni di pericolo per sé e per gli altri e sapere come affrontarle.

-Promozione della sicurezza in diversi ambiti della vita.

- Conoscere gli organismi di sicurezza del territorio locale.

-Educare al rispetto di sé e delle cose.

- Valorizzare il patrimonio culturale e ambientale locale.

-Sviluppare il rispetto dei diritti degli altri correlato all’osservanza dei propri doveri. -Sviluppare una presa di coscienza sulla necessità di norme che regolino la vita sociale.

-Sviluppare la capacità di autocritica rispetto ai propri comportamenti.

-Saper individuare comportamenti sociali responsabili verso sé stessi, gli altri e l’ambiente.

 

“L’UNIONE VINCE IL BULLISMO” - PREVENZIONE DEL BULLISMO E DEL CYBERBULLISMO

·         Ins. Campana Alessia

Obiettivi:

-promuovere la conoscenza del fenomeno e la sua consapevolezza;

-favorire lo sviluppo di dinamiche positive;

-sviluppare l’empatia;

-incoraggiare comportamenti pro-sociali;

-offrire “spunti” di riflessione per l’adozione di corretti comportamenti;

-favorire la consapevolezza dei rischi connessi all’uso dei social;

-prevenire il disagio giovanile attraverso la costituzione di una rete di intervento in collaborazione con i servizi offerti dal Comune e presenti nel territorio (servizi sociali, ass. sportive e giovanili, ass. di volontariato, ass. di genitori).

AREA INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FS: prof. Fabio Biasi

TECNOLOGIA NELLA DIDATTICA

·         Prof. Fabio Biasi

-Potenziamento e coordinamento dell’utilizzo delle nuove tecnologie in campo didattico.

-Consulenza e supporto ai docenti per l’utilizzo didattico di nuovi strumenti tecnologici.

-Amministrazione delle piattaforme didattiche dell’Istituto: G-Suite, Moodle.

-Coordinamento e monitoraggio del laboratorio informatico dell’Istituto.

-Cura della formazione dei docenti inerente all’uso delle tecnologie.

- Sito web: amministrazione, revisione e aggiornamento periodico del sito Internet della scuola.

TECNOLOGIC@MENTE

·         Ins. Maria Rosaria Fucci

Il progetto si prefigge lo scopo di introdurre una didattica innovativa della cultura scientifica e tecnologica. L’impiego della

robotica educativa nella scuola può essere di grande aiuto perché favorisce la realizzazione di ambienti di apprendimento in

grado di coniugare scienza e tecnologia, teoria e laboratorio, studio individuale e studio cooperativo. L’uso didattico della tecnologia

può offrire ai nostri alunni la possibilità di investigare e conoscere concetti che sono troppo astratti o difficili da comprendere. In

particolare il carattere multidisciplinare della robotica avvicina i giovani all’informatica, alla meccanica, ai circuiti elettrici, alla fisica e all’etica delle tecnologie applicate.

Obiettivi Generali

Alunni

-Incentivare la creatività. Coinvolgere attivamente gli studenti nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle

conoscenze, promuovendo il pensiero creativo;

-Potenziare l'attenzione, la motivazione, la collaborazione, la partecipazione alle attività

-Potenziare le strategie di problem solving e la meta-riflessione.

-Sviluppare percorsi laboratoriali nell’area tecnologica-scientifica.

-intrecciare le competenze, gli obiettivi della tecnologia e quelli delle scienze in un rapporto di scambio reciproco

(Meccanica, Informatica, Matematica, Fisica).

-Utilizzando l’operatività, stimolare la capacità di analisi, la capacità organizzativa e la capacità di comunicare.

-Far acquisire metodi per risolvere problemi e con l’aiuto di un automa stimolare il gusto di realizzare i propri progetti, frutto della fantasia e della razionalità.

Obiettivi Specifici

Alunni

- Classificare, rappresentare alcune forme geometriche piane e solide fondamentali.

-Avvicinarsi con il gioco al mondo della robotica.

-Sviluppare la logica.

-Programmare percorsi, liberi o obbligati.

-Lateralizzazione – astrazione.

-Algoritmi lineari azione - reazione.

-Comprendere le funzioni che svolgono i componenti dei Kit robotici nella realizzazione delle strutture portanti, della meccanica del movimento (Velocità, accelerazione e potenza. Avvio allo studio delle variabili spazio-tempo).

-Avvio alle conoscenze delle caratteristiche dei sensori di contatto: luce, temperatura, suono e ultrasuono. Legami disciplinari, concettuali e operativi, tra Meccanica, Fisica, Informatica.

-Saper organizzare i dati di un problema da risolvere mediante schemi o grafici e tradurre gli algoritmi con linguaggi di programmazione.

-Saper individuare problematiche hardware e software in caso di funzionamento non corretto di un robot (strategie problem solving).

-Capacità di collaborazione e di lavoro in gruppo.

 

Insegnanti

- Utilizzare in modo creativo le tecnologie digitali per trarne vantaggi sia sul piano delle abilità generali che specifiche.

-Modificare l'ambiente di apprendimento attraverso un consapevole e corretto utilizzo delle tecnologie digitali.

-Creare un ambiente di apprendimento stimolante e collaborativo in modo da coinvolgere tutti gli alunni.

-Realizzare una didattica inclusiva.

-Sperimentare l'uso:

- dell'ipad

- della robotica

Obiettivi prefissati

-Percorsi laboratoriali per lo sviluppo delle competenze digitali.

- Coinvolgimento attivo degli alunni nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle conoscenze, promuovendo il pensiero creativo.

-Intrecciare le competenze: gli obiettivi della tecnologia e di informatica con quelli delle altre discipline in un rapporto di scambio.

-Utilizzare l’operatività, stimolare la capacità di analisi, sviluppare la capacità organizzativa e la capacità di comunicare.

-Acquisire metodi per risolvere problemi e con l’aiuto degli iPad e di un automa stimolando il gusto di realizzare i propri

progetti, frutto della fantasia e della razionalità.

-Programmare percorsi liberi e/o obbligati.

-Comprendere le funzioni che svolgono i componenti dei Kit robotici.

-Individuare le problematiche hardware e software in caso di funzionamento non corretto di un robot (strategie problem

solving).

-Sviluppare la capacità di collaborazione e di lavoro in gruppo.

Metodologia

Device utilizzati: IPad in classe per:

-insegnare e apprendere con rigore ma senza trascurare il piacere e il gioco.

-insegnare a costruire racconti interattivi e multimediali.

-insegnare a trovare i metodi e le applicazioni giuste per condividere i prodotti e le risorse, per lavorare in gruppo, a distanza o nello stesso ambiente.

CHE GOOGLE CI AIUTI!

·         Ins. Mario Golfetto

Obiettivi:

a) Favorire l’uso della “G Suite” nelle attività didattiche curricolari affiancando i team/gli insegnanti dalla programmazione alla realizzazione in classe;

b) Avviare gli alunni all’uso consapevole delle tecnologie digitali per favorire apprendimento collaborativo e inclusivo con gli strumenti digitali in dotazione al plesso;

c) Favorire un ambiente di autoformazione tra docenti del plesso in un’ottica di shaffolding e peer-teaching finalizzato alla stratificazione di competenze digitali;

d) Favorire la condivisione del materiale in una “banca didattica digitale” (repository) in Gdrive.

EDUCAZIONE FISICA

·         Prof. Campesato Emanuela, ins. Bencivenga Viviana, ins. Zarpellon Tiziana

L’attività motoria degli alunni delle scuole Primarie e della Secondaria dell’IC. Mussolente viene arricchita da alcuni sottoprogetti che possono essere rivolti a tutti gli alunni o ad alcuni aderenti ad alcune attività anche di pomeriggio.

Si presentano i sottoprogetti delle Scuole Primarie e della Scuola Secondaria

1 Sottoprogetti a cui partecipano classi dell’intero Istituto

1_1 Sottoprogetto “Corriamo Insieme” partecipazione d’Istituto. (Campestre)

2 Sottoprogetti della Scuola Primaria di Mussolente e Casoni

2_1 Sottoprogetto Ed. Motoria Primaria 2018-19

2_2 Sottoprogetto Nuoto Primaria 2018-19.

2_3 Sottoprogetto Giornate dello Sport Primaria 2018-19.

2_4 Sottoprogetto Sport&Peace Scuola Casoni 2018-19

3 Sottoprogetti della Scuola Secondaria di Mussolente

3_1 Sottoprogetto Nuoto Secondaria 2018-19.

3_2 Sottoprogetto Ed Motoria per la scuola Secondaria 2018-19.

3_3 Sottoprogetto Settimana dello Sport Secondaria 2018-19.

3_4 Sottoprogetto Corsa dei Miracoli (proposta di plesso)

3_5 Sottoprogetto “Parkour”.

Destinatari:

Alunni delle Scuole Primarie di Mussolente e Casoni.

Alunni della Scuola Secondaria di 1° grado di Mussolente

 

Nei laboratori della Secondaria e nelle attività proposte alla Primaria intervengono esperti esterni:

• Pallavolo: esperti esterni dell “ASD Pallavolo Mussolente”.

• Ginnastica artistica: istruttrice dell’ASD GINNASTICA Mussolente.

• Pallacanestro: il tecnico Zanusso Diego dell’ASD “La Torre” e tecnici dell’associazione MBA.

• Per il corso di Nuoto Piscina “Aquapolis” con il proprio personale.

• Cheerleading School Project

• Hip Hop Sweet Devils

• Associazioni locali per gli interventi degli operatori nelle attività proposte (Nuoto, Gioco anch’io, eventuali gare scolastiche e

GSS).

• Croce Verde.

• Comune di Mussolente.

• Associazione Parkour.

OFFICINA DELLE IDEE (scuola secondaria di primo grado)

PROF. ELISA NEGRELLO

Obiettivi:

-Stimolare le abilità manuali e la creatività dei ragazzi,

- stimolare la loro capacità progettuale,

-condividere idee con i propri compagni,

- assunzione di un compito di realtà collegato al territorio,

-realizzare un prodotto legato al compito di realtà,

-imparare facendo secondo obiettivi prefissati,

- utilizzare le risorse delle tecnologie informatiche nella gestione del proprio lavoro,

-imparare con perizia, costanza e pazienza,

-adempiere con coerenza agli impegni assunti,

-acquisire abilità e competenza nell'uso di alcuni strumenti tradizionali e/o digitali,

-favorire le capacità di organizzazione di un gruppo di lavoro,

- acquisire un metodo di lavoro personale,

-acquisire consapevolezza del proprio operare e cercare soluzioni sempre più funzionali,

-possibilità di attivare percorsi individualizzati e personalizzati per consentire l’integrazione e

l’inclusione di tutti gli alunni,

-migliorare la collaborazione tra compagni ed insegnanti,

-mettere in pratica la modalità didattica del problem solving,

-favorire la consapevolezza e la sicurezza negli ambienti di lavoro

-favorire attività di tipo interdisciplinari,

- sviluppare competenze di cittadinanza (responsabilità, partecipazione attiva e comunitaria, convivenza civile, rispetto delle diversità),

-sviluppare le competenze chiave (imprenditorialità, spirito di iniziativa, imparare ad imparare, competenze sociali e civiche).

Il progetto formativo intende

ALUNNI

- Attivare un laboratorio ad alta flessibilità e avviare una filiera del prodotto che parta dalla

progettazione, modellazione, realizzazione di prodotti tecnologici interattivi o di design.

Le attività operative sono finalizzate a compiti di realtà in cui gli alunni sono in grado di

manipolare e operare con materiali diversificati (legno massello, pannelli di legno composito, polistirolo espanso, filati, stoffa, carta, metalli teneri, materiali plastici in lastre, gomma).

- Acquisizione di competenze pratico manuali e digitali.

-Attivazione di una cooperativa scolastica.

INSEGNANTI

Formazione in rete con altre scuole sulle TIC, sulla robotica e sui dispositivi presenti in

laboratorio.

CONTINUITA’ ORIZZONTALE

INS. DANIELA BASSETTO

Obiettivi:

-Favorire l'inserimento sereno e positivo degli alunni, nel passaggio, fra i diversi ordini di scuola:

Scuola dell'Infanzia - Scuola Primaria - Scuola Secondaria di primo grado.

-Far prendere consapevolezza ai ragazzi della diversità di organizzazione:

orario, ambienti, pluralità di docenti.

-Far conoscere la diversa strutturazione degli edifici e i loro regolamenti.

-Presentare gli alunni ai docenti che li seguiranno nel nuovo ordine di scuola,

attraverso colloqui, verifiche e compilazioni di griglie (sia per l’infanzia che per la secondaria di primo grado).

-Curare nel dettaglio il passaggio di informazioni anche con le scuole dell’infanzia e primaria non del territorio comunale.

-Collaborare con la Funzione Strumentale per l’Inclusione al fine di facilitare l’inserimento di

alunni con disabilità e/o in difficoltà.

-Formare classi omogenee (per quanto possibile) fra di loro ed eterogenee al loro interno.

-Adesioni a eventuali serate informative gratuite su temi che interessano le scuole dell’infanzia e i primi anni della scuola primaria.

CONTINUITA’ VERTICALE-ORIENTAMENTO IN USCITA (scuola secondaria di primo grado)

Prof. ZARPELLON ALESSANDRA

Obiettivi:

. Sviluppare negli alunni la capacità di valutare le proprie capacità, gli interessi e le competenze in vista della scelta della scuola superiore

. Fornire informazioni adeguate sull’offerta formativa presente sul territorio

. Illustrare gli sbocchi occupazionali coerenti ad un percorso scolastico

. Fornire un supporto informativo per partecipare alle varie iniziative presenti sul territorio in merito all’Orientamento

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA a.s. 2018-2019- PROGETTI

 

Durante il corrente anno scolastico, l’Istituto Comprensivo di Mussolente presenta un ampliamento dell’Offerta Formativa che funge da “ponte” per il nuovo Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019-2022.

Alcuni progetti sono stati riuniti in quattro aree specifiche, coordinate dalle rispettive Figure Strumentali. Altri, per le loro caratteristiche e peculiarità, sono da considerarsi trasversali a più aree.

In particolare, a partire dal corrente anno scolastico, l’intero Istituto Comprensivo aderisce all’idea del Movimento delle Avanguardie Educative per l’Apprendimento Differenziato (http://innovazione.indire.it/avanguardieeducative/apprendimento-differenziato). Si tratta di pensare e progettare l’ambiente formativo per svolgere contemporaneamente attività diverse con l’obiettivo di promuovere un processo di apprendimento basato su esperienza, interdisciplinarità e ricerca. L’insegnante accoglie le differenze, promuove le potenzialità, riconosce i talenti, personalizza la proposta formativa e valorizza il lavoro della comunità, rendendo ogni alunno protagonista del proprio curricolo. Gli obbiettivi da raggiungere sono:

 

·       sviluppare e rafforzare l’apprendimento autonomo, i talenti individuali, il valore del vivere e dell’apprendere in gruppo;

·       fare della scuola un luogo di elaborazione culturale ma anche di partecipazione civica e sociale, di cittadinanza attiva;

·       sviluppare una metodologia didattica attiva che superi il concetto di lezione frontale, mettendo gli studenti al centro dei processi di apprendimento;

·       favorire l’integrarsi di differenti modi di apprendere e studiare (alcuni dei quali vicini a modelli e comportamenti dei giovani d’oggi);

·       ottimizzare l’utilizzo delle risorse (infrastrutturali, umane, finanziarie) interne ed esterne alla scuola.

 

Si riportano, in sintesi, i progetti attivati:

logo-RI

Istituto Comprensivo di Mussolente
Via Pio X, 2 36065 -Mussolente (VI)
Tel: 0424 577052; Fax: 0424 577466
Codice Meccanografico: VIIC80700T

 

Note legali | Privacy | Cookie Policy

Powered by
Joomla!
ver. 2.5.17